Eccezionale provocazione del simpatico Pamini, quello che Margareth Thatcher e Ronald Reagan in confronto erano dei marxisti, nella seduta del Gran Consiglio appena trascorsa. Per sbertucciare il capogruppo PLR Farinelli e le sue boutades sulla mise da tenere, Pamini si è recato in parlamento in tight e cilindro. Una prova di eleganza che solitamente è relegata alla camera dei lords o all’incoronazione della regina di Svezia. L’eclettico liberista, impersonando così il capitale più sfrenato, ironizzava dicendo: “boccerò il preventivo con una cravatta rossa, per mostrare la mia vicinanza e sostegno alle compagne e ai compagni di sinistra che solitamente vestono male”. Non sapeva però cosa stava per scatenare.

A queste parole, la deputazione PS, evidentemente piccata è corsa nel primo negozio di Dolce e Gabbana a comprarsi due straccetti, che tra un po’ è primavera e se poi si aspettano i saldi non c’è più niente. Igor Righini, bevendo un martini liscio con un’ oliva, ha fatto sapere che il suo stilista preferito rimane comunque Cavalli e che Pamini per lui non esiste, visto che non era nemmeno invitato all’ultima serata del billionaire. Ivo Durisch, con una spartana giacca di Kenzo, ha ribadito che il suo no al preventivo e ha celiato sulle battute di Pamini: “Pamini? Pamini chi? Quello all’entrata che distribuisce il finger food quando le sedute sforano l’orario?”, ha detto ridendo, ed è poi uscito con Melania Trump, che pare abbia una tresca con lui all’insaputa del marito. Lisa Bosia Mirra, ha semplicemente sorriso, avvolgendosi al collo una sciarpa etnica in pelo di gerbillo prodotta da una stilista etica, equa, ignifuga e paraolimpica di Addis Abeba. Il suo gesto ha sortito l’effetto di uno schiaffo sul povero Pamini, che subissato di fischi e di termini tipo: “buuuh, cafone!” “vitovna nella tua capanna, codavcdo!” “ guavdate! La cvavatta non è nemmeno di Pitti! Ah ah!”, è corso via piangendo, sotto il tiro di carte stagnole dei ferrero rocher e mozziconi di sigari cubani.

Dopo l’uscita di Pamini, i socialisti in blocco, con Matteo Pronzini dell’MPS vestito Crosshatch con un berretto verde militare di Krizia con la stella in paillettes, hanno allegramente inanellato un trenino, ondeggiando tra gli altri deputati imbarazzati. Inutili i richiami di Badasci, d’altronde non abituato, uomo del popolo qual è, a tanta ostentazione di sfarzo. avrebbero dato notizie false sulla presenza di folla all’insediamento. Secondo lui sarebbe stato l’insediamento più di successo da sempre (!!!) . Comunque lo si vede ad occhio, se davanti al Lincoln memorial per l’arrivo di Obama nel 2009 non si infilava neanche uno stuzzicadenti, all’arrivo di Trump, molti degli spiazzi

Trump e Cappuccino
Se il buongiorno si vede dal mattino, il buongiorno dell’era Trump è servito con brioche, cappuccino e succo di frutta. Cominciare l’insediamento raccontando balle sul numero di convenuti alla cerimonia, può farlo solo un grande presidente. E se questo, come dicevamo, e quello che spetta a noi e agli americani (eh sì, mica penserete che ci salviamo se l’uomo col volpino in tasta decide di dare nuovo slancio a petrolio e carbone), siamo a posto. Il portavoce della casa bianca Spicer, si è imbufalito coi media. I perfidi avrebbero dato notizie false sulla presenza di folla all’insediamento. Secondo lui sarebbe stato l’insediamento più di successo da sempre (!!!) . Comunque lo si vede ad occhio, se davanti al Lincoln memorial per l’arrivo di Obama nel 2009 non si infilava neanche uno stuzzicadenti, all’arrivo di Trump, molti degli spiazzi sono liberi dalla folla che sembra sciamare un po’ di qua e di là. Insomma, lesa maestà. E fin qui ci siamo. Che fa rabbrividire è che le bufale di Spicer, sono state difese da Kellyane Convay, una delle principali consigliere di Donald. Quelle di Spicer non sarebbero state balle, ma “fatti alternativi”. Fantastico. Fatti alternativi. Come a dire che non conta la verità, ma chi te la racconta. Auguri a noi e agli americani, questo andrà lontano, non come quella guerrafondaia della Clinton!
(Visited 11 times, 1 visits today)